Translate

sabato 13 settembre 2014

Estate francese...2014

Rieccomi fra voi!
Spero che lo scambio di cui racconterò oggi possa essere di vostro interesse, dato che si tratta di uno scambio "in staffetta" o, diciamo, "scambio doppio".
Infatti l'estate 2014 è stata particolarmente intensa in quanto abbiamo effettuato ben due scambi casa, entrambi in Francia ed entrambi nel mese di Agosto.
Anche lo scorso anno ne avevamo fatti due nello stesso mese (per questo vi rimando ad un successivo post), ma tornando a casa tra uno e l'altro (erano stati scambi in Spagna del Nord e Olanda).

Stavolta invece...scambiononstop!

Sembra difficile da realizzarsi (ma come, un doppio scambio senza tornare a casa...e le chiavi...e la pulizia?! Ma per questi dettagli vi rimando a un successivo post!)
Spiaggia oceanica in bassa marea


L'idea è nata valutando una possibilità di scambio con La Rochelle, autentica cittadella di mare e marinai francese, della costa atlantica. Non è ancora Bretagna, non è più Bordeaux...insomma, si trova più o meno a metà costa atlantica. La regione è la Charente-Maritime.
La città bianca (soprannome della Rochelle per le pietre usate per edificarla) aveva stuzzicato la nostra curiosità da tempo.


Le fortificazioni di La Rochelle


Uno dei motivi che ci avevano convinto a visitarla risiede nel fatto che, pur essendo ben a nord, gode di un clima QUASI mediterraneo.
Intendiamoci, il clima è atlantico, ma in quanto a soleggiamento (in Francia) è seconda soltanto alla costa Azzurra.
Capite bene che questo era un bel punto a favore: al nord eppure con il sole!
Altro fattore interessante: praticamente davanti alla Rochelle c'è la fantastica Ile de Ré!

Le spiagge dell'Ile de Rè sono splendide, specie sulla costa Sud dell'isola
Meta interessante, bella dal punto di vista paesaggistico, con un turismo prettamente francese, non massivamente sfruttata, di una bellezza non esibita, elegante ed esclusiva, ma senza spocchia.
Qui si gira in bicicletta (100 km circa di piste ciclabili) e il bus navetta per raggiungerla in cinque minuti (è infatti collegata a La Rochelle da un ponte) è al costo fisso di 1,00 €...il che fa risparmiare i quasi 20,00 € di pedaggio che paghereste se ci andaste in auto.
Già, perché ai francesi piace preservare le loro bellezze...e non vado oltre facendo parallelismi tutti italiani.

Ad ogni modo, la meta l'avevamo puntata da un po'; a dire il vero avevamo chiesto lo scambio a dei soci che hanno casa sull'isola. Ma chi non la usa, ad Agosto, la affitta...
Sicchè abbiamo "ripiegato" sull'area limitrofa, ma in terraferma.
Devo dire che, a posteriori, scambieremmo di nuovo con la terraferma: più opportunità di movimento e visita, nonostante il rapido accesso all'isola, nonché una città splendida da vivere.
Per la precisione la nostra "casa in scambio" è stata a Périgny, nell'immediato hinterland di La Rochelle; se di hinterland si può parlare, dato che La Rochelle è una cittadella piuttosto contenuta nelle dimensioni e con circa 80.000 abitanti.
Da Pèrigny in 10 minuti d'auto eravamo in città, il cui centro è subito accessibile, oltre che tranquillamente visitabile a piedi, data la compattezza!

Pèrigny, tranquillo paese nelle immediate vicinanze di La Rochelle



La splendida casa che ci ha ospitato
Ma nei dintorni c'è tanto altro da vedere...
Ad esempio, per citarne una, l'area votata alla coltura delle ostriche nella splendida area di Marennes. Qui è tappa obbligata la "Città dell'ostrica" (http://www.cite-huitre.com), per togliersi tutte le curiosità su questo mollusco e imparare a degustarla.


Pontili e barche dei coltivatori di ostriche, con i loro capanni da lavoro variopinti

A Marennes terra e mare si confondono e l'uomo ha saputo cogliere il meglio di questo connubio.

Indimenticabile il tramonto...



O, ancora, Brouage, deliziosa cittadella fortificata, esempio di architettura militare francese



ove perdersi passeggiando lungo mura e bastioni



Insomma, una Francia meno nota, certamente più conosciuta dal turismo francese, data la penuria di italiani incontrati (punto a favore).
Non è certamente una vacanza sole/mare, data la variabilità del clima che, comunque, si è rivelato assai piacevole con i suoi 25°-26°C ideali per stare in spiaggia, con il sole.
Il vento fresco dell'oceano non ci ha mai fatto boccheggiare...anzi, è zona che può essere anche molto ventosa, quindi giubbini antivento in valigia!

Ma come siamo giunti a La Rochelle e, soprattutto, qual è stata l'altra meta di scambio, dato che vi ho parlato di "scambio in staffetta".
Un po' di pazienza, ve ne parlerò prestissimo!
Un piccolo indizio...evabbè...Francia Sud-orientale. Non aggiungo altro (per ora)!
A presto! Se avete domande o commenti sarò lieta di rispondervi :-)

Nessun commento:

Posta un commento

Puoi inserire un commento anche senza essere registrato